I bambini dei fumatori più probabilmente fumeranno

i bambini dei fumatori

La voglia di fumare può essere genetica, secondo una nuova ricerca pubblicata sulla rivista Pediatrics. Fox News ha qualcosa in più da dire: In uno studio pubblicato sulla rivista Pediatrics, i ricercatori hanno scoperto che i figli di persone che hanno fumato solo nella loro adolescenza avevano 3,2 volte in più la probabilità di prendere l’ abitudine, rispetto ai bambini i cui genitori non avevano mai fumato.
Per lo studio, i ricercatori hanno raccolto i dati da un campione degli studenti di nono grado a St. Paul, a Minn. Hanno seguito questo gruppo dal 1988 per 38 anni – e quindi hanno anche raccolto i dati dei figli di quel gruppo, a partire dagli 11 anni.
Nel complesso, hanno trovato che il tasso di fumatori era tra il 23 al 29 per cento tra i bambini dagli 11 anni i cui genitori avevano una volta fumato o attualmente fumano, rispetto all’ 8 per cento dei bambini i cui genitori non avevano mai fumato, oggi segnalati su MedPage.

I bambini che hanno avuti fratelli più anziani che hanno fumato erano anche più propensi a fumare, hanno riferito i ricercatori.”Non sappiamo esattamente che cosa stia succedendo, ma la mia ipotesi è che c’è una predisposizione genetica a fumare,” ; il Dr. John Spangler, specialista in medicina di famiglia comunità al Wake Forest Baptist Medical Center a Winston-Salem, NC, detto oggi su MedPage. “Se c’è una predisposizione genetica verso un comportamento, la predisposizione genetica c’ è anche verso la sperimentazione di sostanze e anche verso la dipendenza da nicotina stessa.”

Il Dr. Spangler ha continuato a dire che i genitori non dovrebbero prendere i risultati come un motivo per rinunciare a tentare di fermare i loro figli dal prendere l’abitudine del fumo. Egli ha esortato i genitori a parlare con i bambini sui pericoli del fumo e ad incoraggiarli ad assumere abitudini di vita sane per aiutare i genitori a smettere e bambini a mai iniziarli al fumo.

Immagine: sigarette e ciuccio, tramite Shutterstock