Come aiutare una neomamma

overwhelmed2

Essere una neomamma può essere spaventoso e, alle volte, opprimente. Pensate.
Si torna a casa con un piccolo esserino di cui, in qualche modo, si deve imparare a prenderne cura. Per evitare di venir sopraffatte da questa stravolgente novità, ecco alcuni consigli su cosa chiedere come aiuto per alleggerire il peso della maternità.

Pisolini: offrisri come babysitter per il piccolo sarà un grandissimo aiuto per la mamma che potrà, così, finalmente concedersi un riposino. Basta assicurarsi che la babysitter abbia ricevuto tutte le raccomandazioni del caso e ci si può abbandonare tra le braccia di Morfeo.

Chiedere del tempo ter sè: fondamentale per una mamma è ritagliarsi un piccolo spazio da dedicare alla cura della propria persona, concedendosi un bagno caldo, una passeggiata o, semplicemente, la visione di un bel film.

Chiedere aiuto con gli altri bambini: se il neoarrivato non è il primogenito, occuparsi di tutta la prole pul rappresentare uno stress ulteriore.

Chiedere il supporto di una babysitter per i figli più grandi, può dimezzare la fatica e le responsabilità quotidiane della neomamma. Importante però, è non far sentire i figli più grandi come “abbandonati”, dovranno ricevere comunque tutte le vostre attenzioni per non far insorgere gelosie o risentimenti.

Cibo: non sentitevi in difetto nel chiedere del cibo. Se avete bisogno di qualche commissione al supermercato, non esitate a chiedere ad amici o parenti di aiutarvi nelle compere.

Faccende domestiche: chiedere una mano nelle faccende domestiche è lecito. Chiedere a qualcuno di svuotare la lavastoviglie o di stendere il bucato, mentre voi vi occupate di altro, può essere di grande aiuto.
Take advantage of temporary housekeepers

Insomma, chiedere aiuto, per una neomamma è fondamentale. Approfittate di ogni mano che vi viene data e non sentitevi in colpa di chiederne in cambio. Un sentito ringraziamento e la vostra gratitudine sarà la ricompensa migliore!